richiedereForex vps malaysiasenatoInmotion hosting reseller50000sopratutto moltoavete quelloquindiWindow vpsWindows desktop hosting

Riforma costituzionale 2016 cosa cambia?

Ciao, mi sono messo un paio di ore ad analizzare il testo e capirne le conseguenze. Molti articoli che saranno cambiati li tralascio in quanto cambia solo la forma del linguaggio in quanto spesso si fa riferimento a Camera e Senato, mentre poi si fa riferimento solo alla Camera.

Nella nuova versione il SENATO cambia forma, viene deciso dagli enti regionali quali siano i rappresentati, in che forma non è ancora chiaro in quanto non è specificato nel testo.

Ma cosa decide il SENATO?

Articolo 70 ( aldilà della lunghezza assurda per una legge costituzionale, si trovano 3 parti interessanti:

La prima riguarda uno strano caso in cui il senato può su richiesta di 1/3 dei senatori esprimersi su tutte le leggi che vengono emanate dalla CAMERA. Questo entro 10gg, il testo non è del tutto chiaro e sembra a detta di molti che il senato possa proporre delle modifiche. Leggendo a me non è così chiaro e si può anche interpretare questa parte in maniera in cui le modifiche del SENATO sono obbligatorie su tale testo e a quel punto la CAMERA può solo approvare la versione finale o annullarla. In ogni caso sicuramente questo importante articolo è stato cambiato molto ma sopratutto è poso chiaro nella forma, cosa penso sia essenziale per una costituzione che tutti dovrebbero poter comprendere. Quindi mi viene da chiedermi se questa complessità sia dovuta a un effettiva esigenza o a qualche interesse differente.

Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato della Repubblica può deliberare proposte di modificazione del testo, sulle quali la Camera dei deputati si pronuncia in via definitiva. Qualora il Senato della Repubblica non disponga di procedere all’esame o sia inutilmente decorso il termine per deliberare, ovvero quando la Camera dei deputati si sia pronunciata in via definitiva, la legge può essere promulgata. (tratto di testo copiato dalla proposta della costituzione)

Seconda parte dedicata solo alle regioni che hanno poteri speciali, in tale caso il SENATO come prima può richiedere una modifica, ma in questo caso la CAMERA può procedere con la legge originalmente proposta con maggioranza assoluta.

L’esame del Senato della Repubblica per le leggi che danno attuazione all’articolo 117, quarto comma, è disposto nel termine di dieci giorni dalla data di trasmissione. Per i medesimi disegni di legge, la Camera dei deputati può non conformarsi alle modificazioni proposte dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti, solo pronunciandosi nella votazione finale a maggioranza assoluta dei propri componenti. (tratto di testo copiato dalla proposta della costituzione)

La terza riguarda invece la parte economica/finanziaria del Paese, in tale caso il SENATO esamina questa parte come definito Art. 81 quindi bilanci o altre parti che riguardano le finanze vanno valutati sempre dal SENATO. Questo ammetto che mi fa riflettere in quanto con tutte queste clausule iniziano a diventare molte le cose che vanno sottoposte a un ente che alla fine non viene eletto.

I disegni di legge di cui all’articolo 81, quarto comma, approvati dalla Camera dei deputati, sono esaminati dal Senato della Repubblica, che può deliberare proposte di modificazione entro quindici giorni dalla data della trasmissione. (tratto di testo copiato dalla proposta della costituzione)

 

 

Articolo 71 per farla semplice e senza tanti giri di parole come nel testo, si passa per quanto riguarda la proposta popolare da 50.000 firme che servivano prima a 150.000 firme che sono necessarie dopo.

Articoli 100 e 114, come è stato riportato da alcuni propagandisti….è vero non vi sono più le provincie ma bensì le “CITTA METROPOLITANE” questo cambiamento di linguaggio non è in nessun modo collegato all’interno della costituzione a un risparmio o a qualsiasi altro cambiamento. Quindi non ci sono elementi per sostenere come ho sentito che si risparmia.

Art. 100 +Titolo V – Le Regioni, le Città metropolitane e i Comuni [19]

Art 114 +La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato.

Articolo 117 vi è una serie di notazioni che riguardano le competenze dello stato in materia di leggi…ed un effettivo rafforzamento di esse, di conseguenza una maggiore uniformità fra regioni, che è di difficile valutazione se positiva o negativa a parer mio, l’uguale per tutti spesso non è positivo in quanto si rimuove la specifica esigenza del luogo. in ogni caso già da prima le regioni non potevano fare leggi in contrapposizione a quelle dello stato, quindi mi chiedo cosa cambi realmente questo.(magri non l’ho semplicemente capito)

 

In conclusione si ci sono tantissimi articoli cambiati, ma quelli che hanno cambiamenti importanti sono circa una decina, fatto stà che riguardo agli slogan di propaganda sentiti da tutte le parti un paio di cose sono certe:

a) con la nuova costituzione perdiamo il potere di decidere il SENATO che diventa una rappresentanza decisa dai rappresentati (un pò come il Presidente della repubblica che non è deciso dal popolo) e questo ci abbassa ulteriormente il potere decisionale che attualmente come popolazione deteniamo e vogliamo veramente dare il potere a qualcuno che non abbiamo scelto, votando anche? Cioè è come se il Presidente della Repubblica le ultime volte ci avesse chiesto: “Posso decidere io il governo al posto vostro? Dopotutto sono eletto da chi avete eletto”, e noi gli avessimo pure risposto SI su una scheda! (siete sicuri che è una cosa che ha senso?)

b) i “risparmi” sono ridottissimi….parliamo di soldi irrisori che dipendono dai componenti del SENATO ridotti (per i quali non vi è comunque nessu riferimento al compenso…quindi se poi venisse fatta una legge, il risparmio sarebbe 0) non vi è alcun risparmio per quanto riguarda le PROVINCIE in quanto vengono solo cambiate in città metropolitane e comunque se ci fosse un risparmio potevano averlo già atuato senza cambiare la costituzione

Ovviamente tutto quello che avete letto sono mie considerazioni personali e ragionamenti fatti sul poco che conosco in materia…quindi il consiglio è approfondite e se capite cosa significa esattamente il tutto spiegatemelo così poi so se posso votare a favore o contrario sapendo cosa succederà poi.

Se volete approfondire potete vedere le differenze in maniera comoda qui: https://github.com/pmontrasio/costituzione/commit/002de456397d30f8591103ce1ea31664af90023e

Buon voto consapevole!